Denti e postura: cosa cambia in base alle classi scheletriche

Le classi scheletriche sono utilizzate per classificare il cranio e la sua forma e possono essere di tre tipi:

  • la prima, quella fisiologica, il cranio ideale;
  • la seconda, in cui è presente una protrusione mascellare superiore e dove l’arcata superiore decisamente sovrasta quella inferiore;
  • la terza, in cui invece è presenta una mandibola prominente e dove, generalmente, il mento è sviluppato ed importante.

In base quindi alla classe scheletrica alla quale apparteniamo, possiamo essere piú o meno propensi a sviluppare e presentare determinati tipi di problematiche. Cervicali, cefalee, scoliosi, lombalgie, ecc. possono essere causate proprio dalla nostra classe scheletrica e dalla posizione e dimensione delle nostre arcate e dei nostri denti.

Esiste anche un altro fattore importante che i dentisti valutano e con il quale classificano i pazienti in open bite o deep bite. Il primo significa letteralmente “a morso aperto” e con questo si indicano coloro che presentano uno spazio eccessivo fra denti anteriori superiori ed inferiori; il secondo invece – “morso profondo” – si riscontra quando gli incisivi superiori coprono di molto, a volte del tutto, quelli inferiori. Anche in base a questo parametro l’odontoiatra è in grado di rilevare la causa di determinate problematiche.

Tutti noi dovremmo essere a conoscenza della nostra situazione, della nostra classe scheletrica, dei rischi e di tutte le soluzioni preventive che possiamo mettere in atto. Non aspettate oltre e prenotate una consulenza presso lo Studio Dentistico Bonaudo!